Home arrow Novità arrow Famiglia arrow Famiglia e spiritualità francescana
spacer.png, 0 kB

Famiglia e spiritualità francescana

Cosa può dire San Francesco ad una famiglia che intende vivere in pieno la propria vocazione di famiglia cristiana? Qual è l’insegnamento che dobbiamo trarre dalla vita e dalle opere di San Francesco? San Francesco ha mai fatto una catechesi per le famiglie? è stato il questo il tema che abbiamo affrontato nel nostro ultimo incontro a San Bernardino, quando abbiamo cercato di trovare un parallelismo tra la famiglia e la spiritualità francescana. Ebbene, in questa ricerca abbiamo scoperto che la “Regola” (volutamente con la R maiuscola) che San Francesco ha donato ai suoi confratelli ben si addice anche alla vita di coppia!


La serata si è aperta, com’è nostra consuetudine, con l’illustrazione dell’argomento da parte della famiglia che ha proposto il tema e che, insieme ai frati che ci accompagnano nel nostro cammino, ha poi sviluppato, e con un canto d’apertura di natura squisitamente francescana: “Il cantico delle creature”.
Si è poi letto il brano del Vangelo scelto (Mt 7, 24-27) per meditare sull’argomento, partendo dal presupposto che sia per le comunità dei frati che per le coppia che intendono vivere quotidianamente il proprio carisma, il punto di riferimento cui tendere deve essere la Parola del Signore.
Il suddetto passo del Vangelo ci insegna che chi “ascolta e mette in pratica” le parole del Signore costruisce la propria casa sulla roccia, cosicché, anche se nel proprio cammino potrà trovare delle difficoltà, quando la fondamenta (il nostro voler essere famiglia) sono state ben poste nella roccia dell’insegnamento evangelico, la costruzione (la famiglia che è sorta su queste fondamenta) resisterà alle più forti intemperie.
Si è passati poi alla lettura Francescana presa dalla “Lettera a tutti i fedeli”. In questo scritto, San Francesco mette in evidenza che per attuare gli insegnamenti di Gesù bisogna essere umili, semplici, puri e, soprattutto, mettersi al servizio del prossimo (…con il desiderio di baciarvi i piedi…), cosicché lo Spirito Santo possa dimorare in noi ed operare con noi.
Il tema della “Regola” francescana ci ha quindi accompagnato anche nel confronto di coppia che è seguito alle riflessioni di Frate Lorenzo e Frate Ivano. Ai partecipanti, infatti, sono stati proposti alcuni passi della “Regola Francescana” come spunto di riflessione per vedere quanto la loro famiglia è in sintonia con questi o quanto, invece, ogni coppia deve maturare per avvicinarsi di più alla regola francescana; ogni coppia ha poi condiviso con tutto il gruppo quanto ha maturato.

Si è visto così che la “Regola” che vale per i Frati Minori può essere seguita anche nella vita familiare; cos’è in fondo la famiglia se non una piccola comunità? Una piccola chiesa in cammino? Ogni coppia che ha partecipato all’incontro ha cercato quindi di “redigere” una propria “regola famigliare”, proprio  partendo da quella che ci ha lasciato San Francesco.


La famiglia che ha animato la serata ha poi consegnato, come segno e ricordo, il santino con la benedizione di San Francesco a Frate Leone con l’invito a leggerselo reciprocamente ogni giorno; sul retro della benedizione, ogni coppia ha simbolicamente trascritto la propria “Regola”, per non dimenticarla mai.
La serata è terminata con la recita della lode di San Francesco “Lodi di Dio Altissimo”.


                                                                                                           Marco Bertoncelli

 
< Prec.
Studio Teologico Interprovinciale "Laurentianum" dei Frati Minori Cappuccini
web agency